Il Ristorante

    Il ristorante Le Cinque Porte propone una cucina mediterranea delle materie prime, assortimento di carni nostrane e toscane, salumi e formaggi particolari, verdure di stagione, pasta fresca, sia nella preparazione, sempre sapientemente elaborata dallo chef della casa. Il ristorante apre la sera dalle 20:00 alle 24:00, la domenica e festivi a pranzo dalle 12:30 alle 15:00. Il giorno di chiusura è il lunedì. In un famoso codice di Cava De’ Tirreni del 1011 troviamo per la prima volta riportato il nome di Penta in un documento scritto. La storia di questa terra, però, risale a molti anni prima, quando pastori nomadi la liDivenne in seguito un piccolo insediamento di pastori agricoltori, anche grazie alla presenza dell’acqua.

    La sorgente delle Fontanelle, il torrente San Rocco, le sorgente di Vallecara, la sorgente “Dosimarciello” circondano infatti la zona. Intorno al III sec. a.c. Roma conquistò la campania e anche queste terre furono assegnate ai veterani romani, come dimostra il toponimo migliano, in origine Aemilianus, che indicava probabilmente tutta la centuria, assegnata alla gens degli Emilia.

    La struttuta viaria (con il tracciato delle due strade perpendicolari, il cardo e il decumano), una grande villa rustica (oggi Villa Giovanardi-Sandulli), una basilica e un tempietto sacro (chiesa Santa Maria della Grazie) confermano l’insediamento romano. La caduta dell’Impero e il successivo diffondersi del Cristianesimo portarono nel villaggio i primi monaci che, dopo un primo periodo di vita ascetica, trovarono ospitalità nell’antica villa rustica, trasformata così in un convento. Il compelsso conventuale comprendeva tutta la parte destra del villaggio, a cui si accedeva attraverso dei varchi: Sant’Anna, Sant’Anna alle Fontanelle, La Vinaio, Cupa dei Ciuffi, San Francesco.

    Cinque Varchi. Cinque Porte.
    Il villaggio cambiò così nome, da Migliano in Penta, in greco cinque.